Chef & mamma: 9 grandi donne salentine che conciliano il lavoro in cucina e i figli

Pubblicato il 6 maggio 2022

Chef & mamma: 9 grandi donne salentine che conciliano il lavoro in cucina e i figli

C’è chi ha appena dato alla luce una nuova vita e sta ancora godendosi i primi giorni del neonato/a, chi a malincuore lascia a casa i bambini per andare a deliziare palati e quando rientra dal servizio li trova già addormentati, e chi, invece, lavora fianco a fianco con i figli, che hanno ereditato la passione per il mondo della ristorazione, cucina o sala che sia.
Alla vigilia della festa della mamma abbiamo deciso di omaggiare alcune donne e mamme del Salento che, nonostante i sacrifici (che sono veramente tanti), riescono a conciliare lavoro e figli.
Nonostante ognuna di loro abbia una storia a sé, tutte concordano sul fatto che non è per niente un gioco da ragazzi. È difficile, ma non impossibile. Del resto quando la passione è così forte, non si può fare altro che rispondere e organizzarsi. E le donne in questo sono imbattibili!

Isabella Potì


Fiocco azzurro appeso alla porta della giovane chef Isabella Potì, che da pochi giorni ha dato alla luce il suo primo figlio, Aron. Tra auguri e congratulazioni da parte di amici e conoscenti, ai quali ci accodiamo anche noi di 2night, sbirciando sui social network più utilizzati, abbiamo scoperto che è uscito anche un nuovo menù stagionale tutto da gustare firmato Bros’ che si chiama A man on a Horse, ed è disponibile in due formati, da 20 passi o da 25, e che i due chef stanno organizzando una cena impossibile a 4 mani in programma il 27 maggio in quel di Scorrano.
C’è poi da dire che la loro attività non si limita alla gestione di un solo ristorante, ma anche di una trattoria, di un negozio online, di una squadra di rugby e molto altro. Di energia, Isabella e il suo compagno Floriano Pellegrino, ne hanno da vendere.
Bros’, via degli Acaya, 2 – Lecce – Tel. 0832092601

Cristina Conte


Super mamma anche Cristina Conte del ristorante LaltroBaffo di Otranto. Tra una carbonara ai ricci di mare e l’altra (che da maggio a settembre dovremo limitarci a sognare), infatti, trova sempre il tempo da dedicare al suo piccolo. Tornando alla sua cucina, beh c’è poco da dire se non che è eccelsa e che da sempre punta a valorizzare mare e terra, due grandi risorse che il territorio d’origine le offre. Non solo durante l’estate, ma anche d’inverno. Una cucina di territorio schietta ma elegante. Che sa il fatto suo.
LaltroBaffo, via Cenobio Brasiliano, 23 – Otranto (LE) – Tel. 0836801636

Chiara Murra


Sono due, invece, i figli under 10 della chef Chiara Murra, responsabile dal 2020 della cucina di A Casa tu Martinu, dove a farla da padrone è una cucina etica che privilegia cibi a km0 e stagionali, così da rispettare il ciclo naturale degli ingredienti e da ridurre, all’interno della nostra dieta, l’utilizzo di prodotti animali per favorire il normale ciclo di vita. Una scelta importante nel percorso personale e professionale della chef è stata quella di sperimentare e utilizzare l'acqua di mare, (microfiltrata e purificata), nella cottura dei cibi per renderne unico il sapore e al contempo ridurre la quantità di sale nella dieta quotidiana. Tra i suoi piatti da non perdere lo spaghettone con crema di barbabietole rosse cotte in acqua di mare e fonduta al caciocavallo stagionato in grotta.
A Casa Tu Martinu, via Corsica, 95 – Taviano (LE) – Tel. 3881891283

Simona Stefàno


La storia continua con la brava Simona Stefàno, new entry del ristorante Arbor Vitae di Otranto e mamma di Ilenia, dodicenne. Forte di un’esperienza pluriennale sia come chef sia come ristoratice, Simona ha portato valore aggiunto nella cucina del collega, lo chef Sirio Paiano, affiancando un tocco rosa e tanta tecnica. Anche loro puntano sul territorio, sulla stagionalità e sull’equilibrio di sapori, oltre che sulla riduzione dei condimenti e alla valorizzazione della materia prima locale.
Ristorante Arbor Vitae, Via G. M. Laggetto, 38 – Otranto (LE) – Tel. 0836806816

Antonella Casto


Un’altra regina della cucina che può contare sull’aiuto (in sala) dei due figli è Antonella Casto, chef del ristorante pizzeria Antico Monastero. E così, mentre lei sperimenta ai fornelli, i suoi ragazzi si destreggiano in sala insieme al padre Massimo. Il primogenito sempre, mentre il più giovane quando è libero dallo studio.
Lei, invece, è dalla suocera che ha imparato a cucinare, apprendendo le ricette della tradizione per poi reinterpretarle in chiave moderna con un tocco personale. La sua cucina la ricordiamo essere di sostanza e al contempo creativa: ottime, tra i diversi piatti, le tagliatelle del Duca, con zest di limone, aglio, olio, peperoncino, seppie e crema di cicerchie.
Antico Monastero, Piazza Castello – Felline (LE) – Tel. 0833985105

Daniela Montinaro


Anche la famosa Macàra, oltre che grande chef, è mamma: e di ben tre figli, tutti a lavorare con lei. Della serie la passione si tramanda di generazione in generazione. Ad accogliere gli ospiti nella sala del loro ristorante di Alezio, Le Macàre, c’è Stella, mentre i due maschi, Francesco e Vincenzo, si occupano rispettivamente dei primi e dei secondi più street food. Forte di questo importante aiuto Daniela Montinaro confida che se la preparazione dei piatti la condivide con la prole, i dolci, invece, sono esclusivamente opera sua.
Le Macàre Ristorante, via Mariana Albina, 140 – Alezio (LE) – Tel. 0833282192

Teresa Galeone


Anche ad altissimi livelli le donne danno dimostrazione di sapersi orchestrare tra vita professionale e vita privata. Tanto che anche la bravissima Teresa Galeone, chef del ristorante stellato Già sotto l’Arco di Carovigno, è riuscita a crescere dei figli nonostante i ritmi serrati condivisi col marito Teodosio Buongiorno, maitre di sala ed esperto sommelier. Un altro esempio, il loro, di come la passione dei genitori sia stata condivisa anche dai figli, che li affiancano in questo percorso all’insegna della perfetta accoglienza e dei buoni sapori. In tavola, infatti, arriva una cucina etica, religiosamente stagionale. Intelligente, elegante e senza orpelli. Fotografia di Paolo Biava
Osteria Già Sotto l’Arco, Corso Vittorio Emanuele, 71 – Carovigno (BR) – Tel. 0831996286

Tiziana Parlangeli


Auguri e buona festa anche a Tiziana Parlangeli, premiata e apprezzata chef dell’Osteria degli Spiriti, da vent’anni un punto di riferimento per i gastronauti leccesi, che possono contare su una filosofia di cucina etica, perlopiù basata sul km0 e prodotti genuini, spesso affiancati da materie prime rare e preziose. I due figli, Gianmarco e Federico, che hanno respirato l’essenza della ristorazione fin da piccoli, oggi li affiancano anche nell’altra attività, che è Spiriti Gourmet e dove in menù trovano un posto speciale anche le pizze.
Osteria degli Spiriti, via Cesare Battisti, 4 – Lecce – Tel. 0832246274

Orsola Cossia


Un team super affiatato anche quello del Nautilus Garden di Lecce, che vede l’intera famiglia Villanti al completo. Le redini della cucina sono in mano alla chef Orsola Cossia, esperta conoscitrice dei gusti mediterranei ma anche sperimentatrice. In sala, invece, c’è Gianmarco Villanti, suo figlio nonché braccio destro. Fin da giovanissimo, infatti, ha dimostrato passione e talento per l’accoglienza e anche per il mondo di Bacco, tanto da ottenere la qualifica da sommelier. La figlia Vittoria, invece, è maestra pasticcera (Pinti Pasticceria).
Nautilus Garden, via Paisiello, 9 – Lecce – Tel. 08321694931



Immagine di copertina di 2night, shooting di Gabriele dell'anna per Nautilus Garden
Immagini interne tratte dalle pagine Fb dei rispettivi locali o da gallery 2night


 

  • GLI ADDETTI AI LAVORI

scritto da:

Laura Sorlini

Vanta un’esperienza giornalistica competente e versatile maturata in anni di redazione. Appassionata di enogastronomia e turismo e sommelier, è alla continua ricerca di aspetti ed eventi da raccontare nelle rubriche che cura periodicamente per alcune delle più autorevoli riviste di settore.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Ecco la classifica dei 10 parchi nazionali più belli d’Europa

“Quelli che...” vacanze all'insegna della natura e all’aria aperta.

LEGGI.
×