A Milano ha aperto il primo ristorante georgiano

Pubblicato il 23 maggio 2022

A Milano ha aperto il primo ristorante georgiano

Un progetto tutto al femminile che porta in città una cucina speziata e decisa di influenza russa, armena e turca. Ecco dov'è e cosa si può mangiare

Inaugurato giovedì 12 maggio 2022 a Milano, DedasPuri rappresenta il primo ristorante georgiano a Milano che arriva dopo tre anni dall'apertura del primo locale a Pavia. La zona prescelta è la centralissima Sant’Ambrogio, in via De Amicis 44, a pochi passi dalla Basilica e dall’Università Cattolica.

La sua filosofia di cucina si intuisce fin dal nome. DedasPuri, che significa “pane della mamma", ha per obiettivo quello di ricreare un’atmosfera familiare, accogliente e rilassata (tipica georgiana) e di proporre la cucina di un Paese ancora poco conosciuto in Italia con piatti di influenza russa, armena e turca. 

Il progetto tutto al femminile

Alla base di DedasPuri ci sono due amiche che hanno dato vita al loro sogno nato durante un viaggio fatto insieme in Georgia. Infatti l'idea di aprire un ristorante georgiano nasce nel 2018 dall’amicizia tra Lela Khoriauli e Stefania Achilli. A Pavia, Lela Khoriauli c’era arrivata nel 2000, laureata in medicina con specializzazione in cardiologia, grazie a una borsa di studio internazionale di ICGEB per specializzarsi in genetica. Ottenuto il dottorato di ricerca in scienze genetiche, ha scelto di restare e ha lavorato come ricercatrice. Poi, il viaggio con l’amica pavese Stefania Achilli e nel 2019 la svolta. Da lì l'idea di aprire a Pavia. Dopo pochissimo tempo il ristorante, nato inizialmente solo per l'asporto e poi aperto al pubblico, si fa conoscere e diventa un vero must in zona un po' per la proposta originale e innovativa, un po' per le sue caratteristiche e per la sua qualità.

Al suo interno c'è infatti l’originale forno georgiano in argilla a forma di pozzo. Basti pensare che quello di DedasPuri a Pavia è stato il primo ad essere costruito in Italia da un artigiano venuto apposta dalla Georgia. 

Cosa si può mangiare da DedasPuri a Milano

Anche a Milano, in un locale piccolino ma con un grazioso spazio anche all’aperto, si possono gustare i piatti tipici georgiani. Si passa dai khinkali, ravioli fatti a mano tipici delle zone di montagna con ripieno tradizionale di carne macinata mista speziata o anche con formaggio vaccino georgiano e patate insaporite (ricetta che rivisita la tradizione messa a punto dalla cucina DedasPuri). 

Dalle montagne, al mare. Dalla regione di Aciara arriva invece la khachapuri: una focaccia dalla tipica forma allungata, imbottita di formaggio e uova cotta nel tipico forno georgiano e ripiena di: funghi e fagioli ma anche mozzarella e pomodoro.

Poi c'è quello che forse rappresenta il piatto più conosciuto: il puri, il pane piatto e sottile cotto ogni giorno a contatto diretto con le caldi pareti del forno circolare. Non può mancare poi la carne come il galletto in salsa di noci o lo spiedino di carne di suino, Mcvadi, accompagnato con Tkemali e Lavashi. Poi gli Apkazura, bocconcini di carne mista (suino e bovino) avvolti da uno strato di reticella di suino. Non solo carne: la cucina georigiana è ricca di piatti vegetariani come il Pkhali con barbabietole e verza cotte, melanzane fritte o spinaci lessati, condito con crema di noci aglio, spezie, coriandolo fresco e melograno.

Il tutto è abbinato ad alcuni vini italiani e da tante etichette di vini georgiani che arrivano da Kakheti, Imereti e Racha e che hanno come particolarità quella di essere stati invecchiati in anfore di terracotta.


DedasPuri Milano
via Edmondo De Amicis 44, MIlano
Info e prenotazioni: 02 8457 4576

Crediti foto: Pagina Facebook ​Dedaspuri Pavia 
 

  • NOTIZIE

scritto da:

Irene De Luca

Agenda, taccuino, registratore e macchina fotografica. Attenta alle nuove tendenze ma pur sempre “old school inside", vago alla ricerca di ispirazioni, di colori, di profumi nuovi per raccontare una Milano che poi tanto grigia non è.

POTREBBE INTERESSARTI:

​Ecco la classifica dei 10 parchi nazionali più belli d’Europa

“Quelli che...” vacanze all'insegna della natura e all’aria aperta.

LEGGI.
×