​Ecco la classifica dei 10 parchi nazionali più belli d’Europa

Pubblicato il 25 giugno 2022 alle 14:00

​Ecco la classifica dei 10 parchi nazionali più belli d’Europa

“Quelli che...” vacanze all'insegna della natura e all’aria aperta.

Sono i parchi nazionali una delle destinazioni più cercate e gettonate nelle vacanze degli italiani; facile capire perché. Che si tratti della meta di destinazione o della tappa di un viaggio più ampio, garantiscono un approccio quanto mai “out of office” e a contatto con la natura.

Musement, la piattaforma digitale per scoprire e prenotare esperienze di viaggio in tutto il mondo, ha realizzato uno studio per conoscere meglio questi paesaggi incontaminati. Per condurre la ricerca è stato analizzato il numero di recensioni su Google di oltre 400 parchi nazionali in tutta Europa con l'obiettivo di scoprire quali siano i più popolari. 

La Top Ten a livello europeo

Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice, Croazia (78.002 recensioni): Con oltre 78.000 recensioni, il parco più famoso della Croazia è in cima alla classifica, e le ragioni certo non mancano. Le principali attrazioni di quest’area naturale sono i 16 laghi collegati tra loro da cascate di diverse dimensioni. La rete di sentieri del parco permette ai visitatori di ammirare da vicino tutte le bellezze della zona, considerata dall’Unesco un sito Patrimonio Mondiale. 


Parco Nazionale di Krka, Croazia (44.623 recensioni): La bellezza naturale della Croazia è molto rinomata, ecco perché non c’è da stupirsi nel trovare in seconda posizione un altro parco di questo paese. Con numerose attrazioni storiche e culturali, la vera protagonista di Krka è ancora una volta la potenza dell’acqua. Qui, infatti, si trovano sette imponenti cascate tra le quali, la più conosciuta, è quella di Skradinski buk. 


Parco Nazionale delle Cinque Terre, Italia (40.232 recensioni): L'Italia sale sul podio grazie al Parco Nazionale delle Cinque Terre, amato tanto in patria quanto all’estero. Oltre che per la sua natura lussureggiante e l'area marina protetta, le Cinque Terre sono famose in tutto il mondo per i pittoreschi e colorati paesi di Monterosso, Vernazza, Corniglia, Riomaggiore e Manarola. Il modo più comodo per esplorare la zona è in treno, anche se, per vivere un'esperienza più immersiva, il consiglio è di fare uno dei trekking che collegano i centri abitati. 


Parco Nazionale del Teide, Spagna (31.433 recensioni): Il Parco Nazionale del Teide, il cui vulcano è la vetta più alta della Spagna, occupa la quarta posizione in classifica. Con centinaia di cime, colate laviche e grotte, questo parco è una delle manifestazioni più importanti del vulcanismo nel mondo. Tra le curiose formazioni rocciose che costellano il Teide, da segnalare il Roque Cinchado, presente anche sulla vecchia valuta spagnola. 


Parco Nazionale del Peak District, Regno Unito (29.797 recensioni): Famoso per le sue ampie vallate calcaree, le grotte e le dolci colline, il più antico parco nazionale del Regno Unito è un vero paradiso naturale, i cui paesaggi hanno ispirato Jane Austen. Chi ama le dimore storiche e i castelli troverà pane per i suoi denti. Qui, infatti, si trovano alcune delle grandi dimore britanniche, come Chatsworth House, in cui sono state girate diverse scene del film “Orgoglio e Pregiudizio”.   


Parco Nazionale del Vesuvio, Italia (26.288 recensioni): Questo parco nazionale, situato a pochi chilometri dalla città di Napoli, è stato istituito nel 1995 attorno al Vesuvio, vulcano ancora attivo del nostro paese. Per scoprire la biodiversità e la storia del parco, non c'è niente di meglio che seguire uno degli undici sentieri escursionistici della zona. Il protagonista indiscusso è il "Sentiero N.5", detto anche del "Gran Cono", che sale fino al cratere del vulcano, attraversando paesaggi lunari. 


Parco Nazionale di Timanfaya, Spagna (25.814 recensioni): Un altro parco con un paesaggio extraterrestre è il Parco Nazionale di Timanfaya, il secondo più popolare in Spagna e il settimo nella classifica generale europea, grazie alle oltre 25.000 recensioni guadagnate su Google. Le inusuali formazioni rocciose e i toni rossastri e arancioni del paesaggio lasciano i visitatori a bocca aperta. Un buon modo per scoprirne tutto il fascino è seguire la "Strada dei Vulcani", nella zona delle Montañas del Fuego. 


Parco Nazionale di Snowdonia, Regno Unito (21.592 recensioni): Situato sugli altopiani della Gran Bretagna, nel nord-ovest del Galles, Snowdonia è principalmente noto per i suoi paesaggi spettacolari. Nonostante sia una destinazione molto popolare tra i camminatori, grazie alla sua rete di sentieri escursionistici, che arrivano fino in cima allo Snowdon (la montagna più alta del Galles), il fascino del parco va ben oltre. Quest’area protetta, infatti, è il luogo ideale per approfondire la storia e la cultura gallese, ad esempio visitando il Castello di Harlech o scoprendo la leggenda del gigante Rhitta Gawr. 


Parco Nazionale Peneda-Gerês, Portogallo (21.167 recensioni): Sebbene il Portogallo conservi molte aree naturali protette, l'unico parco nazionale del paese è il Peneda-Gerês. La sua bellezza è tale da essersi guadagnato un posto tra i 10 più apprezzati d'Europa. Nei paesini del parco, come in tutta la pittoresca zona di Pitões das Junias, vengono tramandate le più antiche tradizioni e vengono mantenute in vita. Ecco perché la zona, oltre che per la sua bellezza paesaggistica, si distingue anche per il suo inestimabile valore culturale. 


Parco Nazionale New Forest, Regno Unito (21.101 recensioni): Con oltre 21.000 recensioni, New Forest chiude in bellezza la nostra top 10. Insieme agli splendidi paesaggi, i protagonisti del parco sono, senza dubbio, i pony selvatici, che vivono liberamente allo stato brado. All'interno del parco ci sono anche diverse cittadine molto affascinanti, come Brockenhurst, Beaulieu, Burley e Lyndhurs. 




Foto da ufficio stampa Musement e di copertina by okeykat on Unsplash

  • MAGAZINE

scritto da:

Maggie Ferrari

I miei ricci parlano per me. Scatenata e bizzarra la notte, frenetica e in carriera di giorno. Toglietemi tutto ma non i miei apericena in centro e la malinconia del weekend, quando mi manca Milano.

POTREBBE INTERESSARTI:

10 consigli per un’estate sostenibile e contro lo spreco di cibo

Se lo spreco alimentare venisse ridotto del 50% entro il 2100, si potrebbe rimanere nel target di un aumento delle temperature di 2°C.

LEGGI.
×