10+1 locali di Roma per una perfetta cena di pesce

Pubblicato il 4 settembre 2022

10+1 locali di Roma per una perfetta cena di pesce

"Che figata andare al mare quando gli altri lavorano", cantava Fabri Fibra nella sua 'Stavo pensando a te'. Beh, se rientri di diritto nella parte "sfigata" della popolazione italiana in estate, e l'unico viaggio considerato è quello che hai fatto l'altra notte mentre stavi dormendo (o sognando?), niente paura. Ci sono dei posticini a Roma che, vuoi per il cibo "di mare" o per i colori scelti per la location, danno subito l'idea di vacanza. Ogni boccone ti consentirà di spostarti più in là di qualche chilometro, dove la parola "stress" sfugge anche dal dizionario. Ma non ti aspettare Acqua Gym o gioco aperitivo, ti avviso

In zona Bufalotta una cucina di pesce divertente e saporita

Pescanza, risto-pescheria in zona Bufalotta, nasce dall'unione di idee e intenti di tre competenti imprenditori, che hanno plasmato e costruito, durante l'ultimo anno di pandemia, un posticino incredibile. Qui la materia prima viene esaltata dalla cucina (e non il contrario). Tuttavia, gli ingredienti che compongono i piatti sono selezionati con attenzione nei migliori mercati di pesce ogni singolo giorno. Da Pescanza si mangia una cucina di mare divertente e saporita, rispettosa delle tradizioni ma ricca di azzeccatissime "libere interpretazioni". Il "Meno Pescanza", formula perfetta di menù degustazione, consente ai suoi clienti di provare tutti i cavalli di battaglia del ristorante: tapas di mare, assaggi di primi e poi un irrinunciabile extra, la frittura.
Pescanza. Spaccio di Mare. Ristopescheria Roma. Via Adolfo Celi, 59 - Roma. Tel. 065942023

All'Appio Latino una cucina a "metro zero"

Al centro del quartiere Appio Latino sorge Allalberone Cucina con Cantina, guidato dal giovanissimo chef Alessandro Di Crisci. Il primo obiettivo di questo locale è quello di far passare momenti di felicità ai propri clienti. Non solamente grazie alla qualità della cucina (la calamarata con pesce spada vi farà tornare immediatamente il sorriso) ma anche con piccoli accorgimenti, dal servizio alla dedizione per questo mestiere. La location è curata: ampie vetrate, mix tra moderno e antico negli arredamenti e un dehors da cui è possibile cenare di fronte allo storico mercato del quartiere. A proposito di cibo, la proposta di questo ristorante è alla carta e prevede un insieme di proposte rivisitate e puramente tradizionali. A far da padrone la stagionalità delle materie prime, con moltissimi prodotti a "metro zero" (dal banco del mercato direttamente in cucina). Et voilà. 
Allalberone Cucina con Cantina. Via Francesco Valerio, 5 - Roma. Tel. 3917127198

Sulla Salaria alla scoperta della cucina sarda

In via Salaria, L'Isola d'Oro è un locale storico di pesce. Le origini sono quelle sarde, come messo immediatamente in chiaro nelle prime pagine del loro sito web. Questo ristorante vanta un'esperienza ventennale e tantissimi personaggi noti all'interno della clientela. Lo confermano le tante foto che decorano le sale di cui si compone il locale. Varcata la soglia di questa "chicca", non dovrai far altro che accomodarti e preparare lo stomaco a un viaggio - piuttosto lungo - all'interno del cibo di mare di altissima qualità. Dopo gli antipasti avrai già la pancia piena, ma non mollare: risotti, spaghetti, grigliate e fritti aspettano solo te.
L'Isola d'Oro. Via Salaria, 180 - Roma. Tel. 068551164

Nel cuore dei Parioli l'amore per la genuinità

Nel cuore dei Parioli, Sughero è un luogo dove sentirsi coccolati e riscoprire il piacere di andare al ristorante. La loro filosofia è quella di far vivere ai propri clienti un'esperienza unica, e viene messa in pratica grazie all'attenzione riservata alle materie prime e alla genuinità dei piatti. Un occhio di riguardo va ai prodotti a km 0, inoltre tutte le proposte nel menù sono fatte in casa, dal pane ai dolci. L'ambiente è elegante, ma il clima è comunque amichevole e caloroso. A proposito della parte "food", lo chef propone un menù degustazione, consentendo agli ospiti di conoscere l'intera cucina in un viaggio gastronomico ricco di sapori e passione.
Ristorante Sughero. Via Eleonora Duse, 1E - Roma. Tel. 0680687178 

Freschezza e qualità a Monteverde

Non di certo un locale di lusso, la Trattoria di Pesce, inaugurata nel 2011 nel quartiere Monteverde, ha una filosofia più vicina a quella del tipico mercato rionale. Qui è il pesce appena pescato che invoglia a iniziare un'esperienza gastronomica all'insegna della freschezza e della genuinità. Dal pesce azzurro ai crostacei e ai crudi: la cucina segue il ritmo delle stagioni e riserva attenzione alla qualità della materia prima, "trasformata" in piatti curati, ricchi di sapori ed esteticamente belli. Frutta e verdura provengono da coltivatori diretti biologici, mentre il pesce viene acquistato a Porto Ercole e Porto Santo Stefano. Ampissima, infine, la carta dei vini, con etichette del territorio laziale, nazionale e internazionale!
Trattoria del Pesce. Via Folco Portinari, 27 - Roma. Tel. 3493352560 

In zona Pietralata una vera istituzione

Storica pescheria dal 1982 e prima risto-pescheria di Roma, Sor Duilio è una sorta d'istituzione. Alla prima sede, quella di Via Cave di Pietralata, se n'è aggiunga una seconda, in zona Trieste. Il menù che propone questo locale inizia con crudità di crostacei e conchiglie. E poi i finger food della cambusa (croissant di gamberone, fagottino di baccalà), oltre alle insalate e il calamaro "fintofritto". Si passa alle zuppe e ai secondi "intramontabili". È possibile, infine, scegliere il pesce direttamente al banco e portarlo al piatto, decidendo solamente il tipo di cottura tra crosta di patate, di zucchine o al guazzetto. E ancora gelato, caffè e amaro. Direi che ci siamo, no?
Pescheria Osteria dal Sor Duilio. Via delle Cave di Pietralata, 46 - Roma. Tel. 0641787439 

Mix di culture nel cuore del Pigneto

Nel cuore del Pigneto, l'idea della Santeria nasce da un viaggio a Madrid, visitando appunto una "Santeria", un luogo dove sacro e profano s'incontrano. Da qui la voglia di creare una Santeria gastronomica, che diventa realtà nel 2013. Si tratta di un'esclusiva vineria, con una cucina che propone una vasta scelta di pietanze prelibate, che richiamano i sapori vicini e lontani. Le ostriche hanno un posto di primo piano nel menù, che intende proporre il pesce tanto crudo quanto cotto. Accanto agli spaghetti burro, alici e bottarga c'è l'amatriciana di mare e i noodles in salsa "men-tsuyu" per uno straordinario ed efficacissimo matrimonio tra culture. Non dimenticare salmone scozzese e polpo rosicchiato, oppure la tataki di tonno se impazzisci per l'Oriente.
Salicornia. Ristorante & Bistrot. Via del Pigneto, 25 - Roma. Tel. 3510553120 

Storia, arte e buon cibo al centro di Roma

Per una cenetta in un’atmosfera elegantissima, ecco un posto per andare sul sicuro: Il San Lorenzo in via dei Chiavari. Qui storia e arte s’incontrano, poiché le fondamenta sono quelle del Teatro di Pompeo. Il menù cambia ogni stagione, con alcune eccezioni. Protagonista indiscusso il pesce, che arriva direttamente da Ponza. Niente viaggi, surgelati o importazioni: al massimo, Anzio e Civitavecchia. Al San Lorenzo è possibile mangiare in una sorta di privé, al piano di sotto: disponibile un tavolo sociale da 12 persone e un esclusivo tavolo in cantina per 4 persone. Piccola curiosità: il ristorante, che aderisce a un programma di tutela del tonno rosso, lo serve solamente da maggio a settembre.
ilSanlorenzo Ristorante. Via dei Chiavri 4/5 - Roma. Tel. 066865097

A Porta Pia con la passione di una famiglia

La storia di Chinappi è quella di una famiglia, fatta di tradizioni e amore per il pesce. Dallo storico ristorante di Formia, il titolare Stefano s’è impegnato per portare il mare in città, spostandosi a Roma, prima in piazza Barberini e poi, per l’appunto, a Porta Pia. La loro è una cucina dove i profumi del mare giungono direttamente a tavola: il prodotto arriva dal basso Mar Tirreno e, in particolare, da Formia. Si va dai crudi di pesce (tra gli altri, i Gobbetti di Ponza al ceviche di Volpina) ai primi e secondi di pesce, passando per gli antipasti caldi. Cozze di Gaeta alla marinara, spaghettone con vongole veraci e lupini, ma anche polpo verace e souté di cannolicchi. Intanto vado, poi mi raggiungi, ok?
Chinappi Roma. Via Augusto Valenziani, 19 - Roma. Tel. 064819005 

Raffinatezza e qualità a due passi dal Colosseo

A qualche centinaia di metri dal Colosseo, ecco il Tempio di Iside. Qualità, primizie, un servizio attento e un ambiente piuttosto elegante hanno fatto in modo che, negli anni, questo ristorante si ritagliasse un posto di primo piano nella ristorazione di mare della Capitale. La proposta spazia dai piatti più elaborati a quelli più semplici: tutti mettono in evidenza la qualità della materia prima, il vero sapore del pesce fresco. Gli antipasti sono vere prelibatezze e potrebbe valer la pena cenare anche solo con quelli. Ma poi ti perderesti gli spaghetti al riccio, quelli al tartufo di mare, i fusilli con pomodori, gamberi e pecorino, e moltissimo altro. Dai, “nun scherzà”.
Tempio di Iside. Via Pietro Verri, 1 - Roma. Tel. 0677204025 

A Testaccio parola chiave artigianalità

Nel cuore di Roma, nel quartiere Testaccio, sorge Acquasanta, un ambiente in cui l’artigianalità è la parola chiave. Luci soffuse e suoni ovattati accompagnano l’esperienza gastronomica del cliente e l’estro in cucina dello chef Camponeschi. Il mare – ça va sans dire – è l’assoluto protagonista. Essenziale la materia prima e l’amore con cui viene rispettata e lavorata: il risultato è una cucina composta da piatti creativi che, però, mantengono sempre intatta la purezza del sapore e restano ben saldi al concetto di tradizione. Possibile optare per il menu degustazione o per quello alla carta: semplicità e raffinatezza saranno filo conduttore. Dall’inizio alla fine.  
Acquasanta. Via Aldo Manuzio, 28 - Roma. Tel. 0645550020

Foto interne prese dalle pagine Instagram dei locali
Foto copertina di Santeria di mare

  • RISTORANTE DI PESCE

scritto da:

Elena Bravetti

Nata nel '95. Giornalista per passione, sognatrice a tempo pieno. Appassionata e determinata, amo conoscere e raccontare. Romantica da fare schifo, le dediche più tenere continuo a riservarle allo spritz e alla pizza, indiscutibilmente le mie debolezze".

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

I migliori 10 vini al mondo 2022 secondo Wine Spectator

Anche tre vini italiani nella top ten.

LEGGI.
×